Promo App   

Promo | 18 ottobre | “Scary Stories to Tell in the Dark” di André Øvredal

SINOSSI
Corre l’anno l968 negli Stati Uniti, e il vento del cambiamento imperversa possente, mentre sembra lontana dai disordini dei grandi centri urbani la cittadina di Mill Valley, sulla quale, ormai da generazioni, incombe la lunga ombra della famiglia Bellows: è nella loro dimora, situata ai margini della città, che Sarah, una ragazza che cela terribili segreti, ha trasformato la sua travagliata esistenza in una serie di storie spaventose, scritte in un libro che ha travalicato i limiti del tempo, storie che diventano fin troppo realistiche per un gruppo di giovani che, durante la notte di Halloween, andranno alla scoperta della terrificante casa di Sarah, chiamati a risolvere il mistero che avvolge alcune macabre morti avvenute nella loro cittadina.

NOTE DI REGIA
Ho affrontato Scary Stories to Tell in the Dark come una combinazione tra una storia dell’orrore e un omaggio alle avventure della Amblin, con le quali sono cresciuto. Mi sono ritrovato a disposizione questi personaggi di forte spessore, divertenti e veri, che lottano contro le forze del male provenienti dai regni delle fiabe e dei mostri. Volevo cercare di stabilire un certo equilibrio tra l’energia adrenalinica derivante dall’orrore e le vibrazioni positive che ho provato con le avventure hollywoodiane che mi hanno fatto innamorare dei film quand’ero bambino.
Ci siamo divertiti a creare i mostri sullo schermo, ma in questo film i veri mostri sono le menzogne, gli inganni e le falsità: ecco da dove parte la spirale della paura.
Mi piace costruire il terrore lentamente. Mi piace far sapere agli spettatori che sta arrivando qualcosa, e costruire la tensione in questo modo, e poi tenerli in ostaggio con questa tensione per il maggior tempo possibile.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password