FESTA DEL CINEMA   

#RomaFF15 | 19 ottobre, l’Incontro con Gianfranco Rosi e “Fortuna” di Nicolangelo Gelormini

15 - 25 ottobre 2020 | Auditorium Parco della Musica

Lunedì 19 ottobre, Gianfranco Rosi sarà protagonista di un Incontro Ravvicinato alla quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma. Alle ore 17 presso la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica, il pluripremiato regista di Fuocoammare e Sacro GRA, ripercorrerà con il pubblico la sua carriera di documentarista: tratto accurato e incisivo, Rosi è oggi uno dei massimi esponenti del cinema del reale, un osservatore perfetto che interviene il meno possibile nel flusso del racconto.

Alle ore 21.30, nella stessa sala, si terrà l’anteprima di Fortuna, lungometraggio d’esordio di Nicolangelo Gelormini. La protagonista è Nancy, una bambina timida che vive con i genitori in un palazzone incastonato come un meteorite in un angolo del mondo dimenticato dal bene. Chiusa da qualche tempo in un silenzio che allarma sua madre, Nancy viene seguita da Gina, una psicologa distratta e scostante. La bambina sembra non riconoscersi nel nome con cui gli adulti la chiamano, e sente di non appartenere a ciò che la circonda. Come in una favola cui a volte stenta a credere, pensa di essere una principessa in attesa di tornare sul suo pianeta nello spazio. Sono Anna e Nicola, i suoi amici del cuore, a chiamarla Fortuna. Ed è solo con loro che condivide un segreto indicibile, che appartiene a un mondo nero di adulti senz’anima.

Alle ore 19, la Sala Sinopoli ospiterà la proiezione di Le Discours di Laurent Tirard. La storia ruota attorno ad Adrien, uomo di trentacinque anni, nevrotico, ipocondriaco, bloccato in una crisi di mezza età e in una interminabile cena di famiglia durante la quale il papà tira fuori il suo solito aneddoto, la mamma tira fuori l’eterno cosciotto d’agnello, e la sorella, Sophie, ascolta il suo futuro marito neanche fosse Einstein. E così Adrien aspetta. Aspetta che Sonia, la sua fidanzata, risponda ai messaggi che lui le ha inviato, e metta fine alla “pausa” che lei gli ha imposto da un mese. Ma Sonia non risponde. Per coronare il tutto, Ludo, il suo futuro cognato, gli chiede di tenere un discorso al matrimonio: l’ansia di Adrien si trasforma in panico. E se invece questo discorso si rivelasse come la cosa migliore che potesse capitargli?

Alle ore 21.30 al MAXXI, nel programma degli Eventi Speciali, avrà luogo l’anteprima di Ostia criminale – La mafia a Roma di Stefano Pistolini. La mafia ha risalito la penisola e ha messo radici fino a Ostia, il mare di Roma, servendosi di potenti famiglie criminali e dei collaudati meccanismi di usura, spaccio e sottomissione della città “normale”. Grandi operazioni delle forze dell’ordine contrastano il fenomeno, ma la guerra ancora non è vinta. La proiezione sarà presentata dal regista, dal giornalista e sceneggiatore Daniele Autieri e il magistrato Alfonso Sabella.

Il My Cityplex Europa ospiterà due film del programma della Selezione Ufficiale. Alle ore 19 si terrà I Carry You With Me di Heidi Ewing. Spiega la regista: “Nel 2012, i miei amici Iván e Gerardo volevano venire al Sundance per sostenere Detropia, un documentario che avevo diretto con Rachel Grady. Siamo amici da anni. Un giorno mi hanno raccontato la storia della loro vita, la storia della loro infanzia, la loro storia d’amore. La loro storia di emigrazione. Sono rimasta sbalordita. Così, durante il viaggio di ritorno in aereo dal Sundance, ho scritto tutto quello che ricordavo e mi sono inviata una mail che ho chiamato ‘The Mexican Love Story’”.

Alle ore 21.30 sarà la volta di True Mothers di Naomi Kawase. Dopo aver ricorso invano a una dolorosa e lunga serie di trattamenti per la fertilità, Satoko e suo marito Kiyokazu adottano un bambino, che chiamano Asato. Sei anni dopo, Satoko ha lasciato il suo lavoro per dedicarsi solo al marito e al figlio, e la famiglia vive un’esistenza serena. Ma improvvisamente questa felicità viene minacciata da una telefonata di Hikari, la madre biologica di Asato, che chiede di riavere suo figlio o di ricevere un indennizzo in denaro. Satoko e Kiyokazu l’avevano incontrata al tempo dell’adozione di Asato, quando Hikari aveva 14 anni: da allora la coppia non aveva più notizie di lei. Un giorno, mentre Asato è a scuola, Satoko riceve una visita della ragazza, e sente che quella sulla porta non è la vera Hikari.

La Sala Petrassi ospiterà alle ore 16.30 La legge del terremoto di Alessandro Preziosi, un viaggio visivo, storico, ma soprattutto emotivo dentro a uno dei cuori della storia fisica e psichica del nostro paese, i terremoti. Se l’Italia è un corpo, il terremoto è un colpo al cuore. Alessandro Preziosi, che cura regia e dà voce e presenza d’attore al film, è stato giovanissimo testimone del sisma in Irpinia, nel 1980. Il suo viaggio ci porta nel Belìce, colpito nel 1968, e in Friuli, ad Assisi, l’Aquila, Amatrice. Sismi, ma anche esperienze, umanità, ricostruzioni. Insieme a eccezionali documenti d’archivio, importanti testimonianze, e uno sguardo sofisticato e insieme commosso, il film disegna una mappa sorprendente di qualcosa che ci tocca da sempre, nel profondo.

Nel programma del Teatro Palladium si terrà alle ore 20 la proiezione de L’amore non si sa di Marcello Di Noto. Denis, musicista e donnaiolo, lavora e si diverte sulla scia del business neomelodico gestito dalla malavita. Quando si trova coinvolto in un regolamento di conti, comprende che il futuro non esiste sul bagnasciuga delle logiche omertose. Grazie all’amore per Marian, troverà la forza di ribellarsi.

Nel programma della retrospettiva dedicata a Satyajit Ray, la Casa del Cinema ospiterà due film: alle ore 18 Kanchenjungha e alle ore 21 The Big City.

Come ogni anno, il Direttore Artistico Antonio Monda, i membri del Comitato di Selezione – composto da Richard Peña, Giovanna Fulvi, Alberto Crespi, Francesco Zippel, Valerio Carocci – e Mario Sesti, Responsabile Retrospettive, condividono con il pubblico una breve rassegna di film che hanno segnato la loro passione per il cinema: dopo il western, il musical, il noir, la screwball comedy, nel 2020 sarà la volta della fantascienza. Alle ore 18.30 al MAXXI, Francesco Zippel presenterà Fahrenheit 451 di François Truffaut. “Fahrenheit 451 rappresenta una magnifica escursione in un territorio sconosciuto a Truffaut – spiega il selezionatore – ma che lui è riuscito a ‘vestire’ con la sua intelligenza d’autore e con la sua sconfinata cinefilia”. 

Le repliche in programma al My Cityplex Savoy prevedono: After Love di Xavier de Lauzanne (ore 16), Palm Springs di Max Barbakow (ore 18.30) e Le discours di Laurent Tirard (ore 21.30) in Sala 1, Hasta el cielo di Daniel Calparsoro (ore 17.30) e I Carry You With Me di Heidi Ewing (20.30) in Sala 2. Al MAXXI la replica di Glauber, claro di César Meneghetti (ore 16). Al My Cityplex Europa è prevista la proiezione in replica di Été 85 di François Ozon (ore 15.30). 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password