FESTA DEL CINEMA   

#RomaFF15 | Restauri e Omaggi

15 - 25 ottobre 2020 | Auditorium Parco della Musica

RESTAURI

 

PADRE PADRONE
di Paolo e Vittorio Taviani, Italia, 1977, 113’
Cast: Saverio Marconi, Omero Antonutti, Marcella Michelangeli, Fabrizio Forte, Nanni Moretti, Gavino Ledda
Palma d’oro nel 1977, il film viene presentato nel restauro realizzato nel 2020 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale e dall’Istituto Luce-Cinecittà, ed eseguito presso i laboratori di Luce-Cinecittà a partire dal negativo originale 16mm e da un positivo sonoro 35mm, messi a disposizione da RAI Cinema. Tutte le lavorazioni sono state approvate da Paolo Taviani. La realizzazione del restauro del suono è stata realizzata a cura di Federico Savina. Ispirato all’autobiografia di Gavino Ledda, il film ne segue il percorso di formazione ed emancipazione, da pastorello sardo strappato alla scuola e alla comunità dal padre, alla laurea in glottologia. Gavino si affranca dall’isolamento e dalla sottomissione all’autorità paterna attraverso lo studio e la conquista della parola, del linguaggio, dell’espressione e della comunicazione. Decide di laurearsi con una tesi sui dialetti sardi e di tornare dal continente in Sardegna per riappropriarsi delle sue origini e liberarle dalle incrostazioni patriarcali. Il film esplora il rapporto dialettico tra Natura e Cultura, tra radici e autonomia, tra voglia di restare e voglia di andare, con uno stile didattico e straniante, sospeso tra realtà e simbolo.

IN NOME DELLA LEGGE
di Pietro Germi, Italia, 1949, 99’
Cast: Massimo Girotti, Charles Vanel, Camillo Mastrocinque, Jone Salinas, Saro Urzì, Turi Pandolfini
Il restauro di In nome della legge è stato realizzato nel 2020 dal Centro Sperimentale di Cinematografia – Cineteca Nazionale ed eseguito presso il laboratorio L’Immagine Ritrovata a partire da un lavanda stampato dal negativo originale, andato purtroppo perduto, e da un positivo colonna, messi a disposizione da Cristaldi Film. Il film racconta la storia del pretore Guido Schiavi che, giunto in un paese siciliano, entra in contrasto con un latifondista locale, il barone Lo Vasto, con i mafiosi del posto e l’omertà della gente. Vorrebbe riportare la pace in paese, ma è visto dal barone come una minaccia: salvatosi da un agguato, decide di arrendersi e andarsene, ma l’omicidio della sola persona che gli si era mostrata amica lo spinge a restare per fare giustizia. Tratto dal romanzo “Piccola pretura” del giudice Giuseppe Guido Lo Schiavo, e sceneggiato, fra gli altri, da Fellini e Monicelli, In nome della legge è un film dall’anima composita: è, sul piano narrativo e visivo, un western, che si rifà al modello classico di John Ford, e al topos dell’uomo di legge che raggiunge la frontiera dove impone la giustizia; è, per i temi trattati, un film neorealista, di impegno civile; è anche, per i forti contrasti messi in scena, un melodramma sociale. È un film che usa l’immaginario western per porre in luce e denunciare la realtà della mafia.

 

OMAGGI

Una coppia straordinaria del cinema italiano
VERA & GIULIANO
di Fabrizio Corallo, Italia, 2020, 65’ | Doc |
La storia del grande amore e del lungo e fecondo sodalizio artistico che lega da quasi sessant’anni il regista Giuliano Montaldo e la moglie Vera Pescarolo, sua compagna di vita e di lavoro e complice insostituibile in un rapporto simbiotico costantemente alimentato da una magnifica forza creativa. Un gentiluomo e una gentildonna senza tempo si confrontano in scena rievocando il comune impegno etico nel dar vita ad un cinema pronto a denunciare ogni tipo di intolleranza e nel coltivare le loro affinità e identità di vedute esistenziali con un allegro e costante “mutuo soccorso”.

Omaggio a Federico Fellini
FELLINOPOLIS
di Silvia Giulietti, Italia, 2020, 79’ | Doc |
Il mondo di Federico Fellini, dentro gli studi di Cinecittà, popolato dai suoi personaggi, raccontato dai suoi collaboratori (Lina Wertmüller, Dante Ferretti, Nicola Piovani, Maurizio Millenotti) e dai backstage di Ferruccio Castronuovo, emersi da un passato di oltre quarant’anni.

Il film sarà preceduto da:

LA FELLINETTE
di Francesca Fabbri Fellini, Italia, 2020, 13’
Cast: Milena Vukotic, Ivano Marescotti, Sergio Bustric, Carlo Truzzi, Gabriele Pagliarani, Federico Bassi
“Fellinette”, una bambina disegnata sul foglio di un quadernino nel lontano 1971 da Federico Fellini, è la protagonista di questa favola ambientata sulla spiaggia di Rimini il 20 gennaio 2020, giorno del centenario della nascita del grande Maestro. Attraverso la sua fervida immaginazione di bimba vivremo un’avventura insieme malinconica e meravigliosa.

Omaggio ad Alida Valli
ALIDA
di Mimmo Verdesca, Italia, 2020, 104’ | Doc |
Mimmo Verdesca racconta per la prima volta la storia della leggendaria Alida Valli, attraverso le parole inedite dei suoi scritti privati, arricchendola di preziosi materiali d’archivio e testimonianze esclusive. Il documentario mostra un quadro completo della vita di una giovane e bellissima ragazza di Pola che diventò in breve tempo una delle attrici più famose e amate della Storia del cinema.

Omaggio a Glauber Rocha
GLAUBER, CLARO
di César Meneghetti, Brasile, 2020, 80’ | Doc |
Il film è un ritorno, dopo quasi mezzo secolo, nella Roma del più grande regista brasiliano di sempre, Glauber Rocha, quella del periodo del suo esilio italiano. Compone un mosaico dei ricordi di amici, collaboratori, critici, e intanto mostra come si presentano oggi le location capitoline del suo penultimo lungometraggio, Claro (1975), raccontando Rocha e la sua generazione, anche attraverso retroscena inediti, fino alla sua contestazione contro la Mostra del Cinema di Venezia nel 1980.

Omaggio a Graziella Lonardi Buontempo
DONNA DI QUADRI
di Gabriele Raimondi, Italia, 2020, 65’ | Doc |
Graziella Lonardi Buontempo, mecenate, collezionista e amante dell’arte contemporanea, nasce a Napoli nel 1928. Trasferitasi a Roma, inizia a frequentare artisti emergenti, sostenendoli e diventandone orientatrice e punto di riferimento. Donna di Quadri racconta la sua avventura attraverso le voci di amici, familiari, collaboratori e grandi artisti che ne hanno incontrato il talent, da Achille Bonito Oliva a Raffaele La Capria e Lina Wertmüller.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password