FESTA DEL CINEMA   

#RomaFF14 | 24 ottobre, il regista e critico Olivier Assayas protagonista di un Incontro Ravvicinato

Olivier Assayas sarà protagonista, giovedì 24 ottobre, di un Incontro Ravvicinato con il pubblico alla quattordicesima edizione della Festa del Cinema di Roma: alle ore 18 presso la Sala Petrassi dell’Auditorium Parco della Musica, il regista parigino parlerà della Nouvelle Vague e dell’esperienza come critico nei Cahiers du Cinéma. Autore di un’opera intensa ed emozionante, percorsa da una grande attenzione per il racconto e la complessità psicologica dei personaggi, Assayas ha calcato territori diversi, dalla rappresentazione dell’infanzia e dell’adolescenza (L’eau froideIl bambino d’inverno) alla riflessione sul cinema e i suoi innumerevoli stili (Irma Vep), passando dalle grandi produzioni in costume (Les Destinées sentimentales) al mondo delle serie televisive (Carlos, vincitore del Golden Globe).

Quattro i film del programma della Selezione Ufficiale in programma nella giornata di giovedì 24 ottobre.

Alle ore 19.30 la Sala Sinopoli ospiterà Le meilleur reste à venir di Alexandre de La Patellière e Mathieu Delaporte, commedia francese che conferma il talento dei registi di Cena tra amici. Arthur e César sono due uomini legati tra loro da una profonda amicizia di lunga data. In conseguenza di un grosso malinteso, che porta ognuno di loro a essere convinto che l’altro sia in fin di vita, decidono di recuperare tutto il tempo perduto e di trascorrere insieme i giorni che verranno.

Alle ore 22, nella stessa sala, di Western Stars di Thom Zimny e Bruce Springsteen, film-documentario sull’ultimo album omonimo di Springsteen nel quale il Boss esegue tutti i tredici brani che lo compongono. Il film-documentario affronta temi come l’amore, la perdita, la solitudine, la famiglia e il passaggio inesorabile del tempo, con filmati d’archivio e il racconto in prima persona di Springsteen.

Alle ore 20, la Sala Petrassi ospiterà la proiezione di Run with the Hunted di John Swab. Un ragazzino di nome Oscar, avendo commesso un omicidio per salvare da un’aggressione Loux, la sua migliore amica, è costretto a fuggire dalla città di campagna in cui è nato e a lasciarsi tutto alle spalle. Scappa nella città più vicina, dove entra a far parte di una banda di piccoli ladri di strada e, mentre precipita nel crimine e nella corruzione, vede la sua innocenza scivolare via. Quindici anni dopo, Oscar ha dimenticato il suo passato ed è diventato il capo di questa gang di ragazzini perduti. Quando Loux si trasferisce in quella stessa città in cerca di occupazione, inizia a lavorare con un investigatore privato, e si mette alla ricerca del ragazzo che le salvò la vita.

Alle ore 21.30 presso il Teatro Studio Gianni Borgna Sala SIAE sarà presentato Your Honor di Andres Puustusmaa. Il giudice è un uomo che rappresenta la legge severa e inflessibile nell’aula di giustizia. Eppure, la sua vita privata è un disastro assoluto, una causa persa. Dopo aver condannato una donna a una lunga reclusione, il giudice inizia a essere tallonato dal fratello di lei, che vuole convincerlo a cambiare idea sul verdetto. Ma il giudice resta irremovibile: la sentenza è definitiva. Tra i due uomini si scatena una guerra che porta il giudice a compiere uno scellerato atto criminoso. Incapace di confessare la sua colpa, scappa in Finlandia. Qui inizia il suo viaggio. Un viaggio di ritorno, per cercare di rimediare alla sua precedente decisione.

Nella linea di programma “Tutti ne parlano”, si terrà alle ore 21.30 presso la Sala Petrassi, la proiezione di The Vast of Night di Andrew Patterson, un thriller fantascientifico che omaggia il primo Spielberg e “Ai confini della realtà”, la serie televisiva di culto creata dallo sceneggiatore Rod Serling nel 1959. Sul finire degli anni Cinquanta, nel corso di una notte d’estate, in una piccola città del Nuovo Messico, mentre gli abitanti si radunano per una partita di pallacanestro che si gioca nel liceo locale, due giovani, un presentatore radiofonico e una centralinista, scoprono sulle onde radio della loro cittadina una stravagante e misteriosa frequenza, che li spinge a investigare sulla sua origine, cambiando per sempre le loro esistenze.

Alle ore 12 presso lo Studio 2 dell’Auditorium Parco della Musica, la Festa del Cinema di Roma omaggerà la figura di padre Virgilio Fantuzzi, scomparso lo scorso settembre a 82 anni. Paolo Taviani e Marco Bellocchio saranno al centro di un incontro con il pubblico per ricordare la figura del grande critico cinematografico: i due registi saranno affiancati dal direttore della rivista Civiltà Cattolica, Antonio Spadaro, con Antonio Monda e Laura Delli Colli. “Virgilio Fantuzzi è stato un grandissimo critico e un punto di riferimento costante e appassionato di tutto il cinema moderno – spiega Antonio Monda – Da Pasolini a Scorsese, da Fellini a Rossellini, per non parlare di Bertolucci e i Taviani, i più importanti registi di ogni parte del mondo si sono confrontati con le sue analisi, istaurando un dialogo che si è trasformato in ispirazione e amicizia. Sono felice e orgoglioso di ricordarlo alla Festa del Cinema”.

Il format “Duel” proporrà quattro appuntamenti: alle ore 17.30, in Teatro Studio Gianni Borgna Sala SIAE, Walter Veltroni e David Grieco si sfideranno mettendo a confronto due grandi film quali Il cacciatore e Apocalypse Now. Al MACRO Asilo, alle ore 18, la sfida tra Alberto Crespi e Giorgio Gosetti avrà come tema i registi John Ford e Sam Peckinpah, grandi autori del genere western. Nella stessa sala, alle ore 20, Federico Pontiggia e Malcom Pagani metteranno a confronto i due registi italiani Matteo Garrone e Paolo Sorrentino. Il programma quotidiano del nuovo format della Festa sarà completato a Palazzo Merulana dalla sfida tra Andrea Minuz e Marina Sagona (ore 18.30), che proporranno al pubblico le proprie opinioni divergenti sui film Singin’ in the Rain ed Effetto Notte.

Alle ore 11 il MAXXI ospiterà l’incontro  “Costume design… nello Stile Italiano” moderato dalla celebrata costumista Deborah Nadoolman Landis, insieme a Daniela Ciancio, Eva Coen, Stefano de Nardis, Gabriella Pescucci, Carlo Poggioli. L’evento è prodotta dall’Academy of Motion Picture, Arts and Sciences e la Festa del Cinema di Roma, in collaborazione con ASC, Istituto Luce Cinecittà e il supporto di Swarovski.

All’Auditorium del MAXXI il pubblico potrà assistere alle ore 17 alla proiezione di I Wish, film della retrospettiva dedicata al regista, sceneggiatore e montatore giapponese Kore-eda Hirokazu. Alle ore 19.30, nella stessa sala, verrà presentato La ruota del Khadi – L’ordito e la trama dell’India di Gaia Ceriana Franchetti, una storia dell’India attraverso le sue arti tessili, dal Khadi agli handlooms e powerlooms, dall‘Indipendenza all’India di oggi. Leggero come le stoffe, elegante, lucido e potente il film racconta il paese visto dagli occhi di Gaia, viaggiatrice italiana che conosce tutta l’India. La storia è illuminata dalla voce e dalla carismatica presenza di Tara Gandhi Battacharjee, la nipote del Mahatma Gandhi, che ha vissuto con lui fino a sedici anni. Alle ore 21.30 sempre al MAXXI si terrà inoltre l’incontro “La sceneggiatura delle serie TV”, a cura di Alberto Crespi. Parteciperanno, fra gli altri, Giancarlo De Cataldo (che ha sceneggiato, fra le tante, le serie tv “Romanzo criminale”, dal suo romanzo omonimo, e “Suburra”) e Ludovica Rampoldi (che ha sceneggiato le serie tv “Gomorra”, “1992”, “1993”).

La Casa del Cinema – Sala Deluxe ospiterà alle ore 18 la proiezione di Ninotchka di Ernst Lubitsch, “Film della nostra vita” selezionato da Valerio Carocci. Nella stessa sala il pubblico potrà assistere a The Reckless Moment (ore 20.30) e Divine (ore 22), film della retrospettiva dedicata al regista tedesco Max Ophüls.

La programmazione della Festa del Cinema al Teatro Palladium proporrà alle ore 20.30 la proiezione di Ludwig di Luchino Visconti. Il film, con cui la Festa ricorda Piero Tosi, che ne curò i costumi in una delle sue collaborazioni con Luchino Visconti, racconta la biografia del re di Baviera Ludwig II, figura emblematica del decadentismo e tipicamente viscontiana, un aristocratico esteta, lontano dalla realtà, dalla politica e dalla Storia, rinchiuso nei maestosi castelli fatti costruire da lui. La proiezione verrà introdotta da Olivier Assayas, che ha scelto personalmente per il pubblico della Festa la pellicola di Luchino Visconti.

Alle ore 16, l’Auditorium di Rebibbia ospiterà l’anteprima europea del docufilm per il canale franco-tedesco ARTE Prison de Rebibbia. L’évasion par le théâtre, regia di Marie David. L’opera è basata sul lavoro teatrale di Laura Andreini Salerno “Istruzioni di volo”, con i detenuti-attori del Carcere di Rebibbia (produzione Hikari Corporate). Sarà presente la regista e l’intero cast (Progetto di inclusione sociale PREXIT – Regione Lazio). L’ingresso è libero con accreditamento obbligatorio a rebibbiafestival@gmail.com.

Alle ore 18, l’atmosfera di Woodstock, l’indimenticabile evento del 1969 che tanti film hanno saputo cogliere, la ritroveremo giovedì in Via Condotti con una performance del corpo di ballo della scuola di danza Punte & Mezzepunte con le coreografie di Chiara Sasso. Le musiche di quegli anni di proteste ed emancipazione echeggeranno sul red carpet steso per l’occasione sulla strada più bella ed elegante di Roma. Da largo Goldoni a piazza di Spagna 10 ballerine in costume si esibiranno in mezzo al pubblico e ai passanti coinvolgendo chi si presenterà vestito come in quegli anni. L’evento è realizzato in collaborazione con l’Associazione Via Condotti e ideato e organizzato da Hdrà nell’ambito di “Accadrà sul Red Carpet”, la rassegna di musica, danza, arte e cultura che celebra, in collaborazione con il Primo Municipio e la Fondazione Cinema per Roma, il mondo della celluloide e il suo legame con la Capitale nei giorni della quattordicesima edizione della Festa del Cinema.

Nella Sala MediCinema, presso il Policlinico Universitario A. Gemelli IRCC, alle ore 16 il regista e attore Giulio Base introdurrà e sarà presente alla proiezione del film Bar Giuseppe, da lui scritto e diretto. La speciale rassegna è riservata ai pazienti ricoverati, ai familiari, ai medici e agli operatori sanitari del Gemelli.

Numerose le repliche in programma: in Sala Sinopoli il pubblico potrà assistere a Judy (ore 17), in Teatro Studio Gianni Borgna Sala SIAE si terrà la proiezione di Drowning (ore 15).

La Frecciarossa Cinema Hall ospiterà Hustlers (ore 17.30), Le meilleur reste à venir (ore 20) e Western Stars (ore 22.30). All’Auditorium del MAXXI si terrà invece la replica di Where’s My Roy Cohn? (ore 15).

Al My Cityplex Savoy il pubblico potrà assistere alle proiezioni di Judy (ore 15.30), 438 Days (ore 18), Il terremoto di Vanja (ore 20.30) e Where’s My Roy Cohn? (ore 22.30).

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password