FESTA DEL CINEMA   

#RomaFF14 | Le Retrospettive

Le retrospettive della quattordicesima edizione della Festa del Cinema, a cura di Mario Sesti, saranno dedicate a due grandi esponenti del cinema mondiale. In collaborazione con Ambasciata del Giappone e Istituto Giapponese di Cultura in Roma, sarà approfondita l’opera di Kore-eda Hirokazu, protagonista di un Incontro Ravvicinato, regista di culto, autore di un cinema in grado di affrontare in profondità e con originalità temi quali la vita e la morte, le relazioni famigliari, gli affetti e la memoria. La seconda retrospettiva sarà dedicata al tedesco Max Ophüls, considerato uno dei più sofisticati e brillanti autori della storia della settima arte, imprescindibile punto di riferimento per molti cineasti, fra cui Stanley Kubrick.

 

KORE-EDA HIROKAZU

In collaborazione con Ambasciata del Giappone e Istituto Giapponese di Cultura in Roma

Se Maborosi è il big bang del cinema di Kore-eda, i film successivi sono i pianeti e le stelle che ha generato. Il suo stile si è perfezionato lavorando con cura dei temi ricorrenti (la memoria, l’isolamento, il lutto), la sua messa in scena mostra, soprattutto all’inizio, segni evidenti del suo apprendistato documentario. Grazie al suo enorme talento ha realizzato film da manga e da libri, film di genere fantastico e di samurai, ha un’attitudine particolare per trasformare i bambini in personaggi. Usa le inquadrature di raccordo e le scene di famiglia come Ozu, la sua messa in scena non è sferzata da angolazioni inaudite, camerawork avvolgenti, turning point, estremismi sentimentali e sociali, dall’ossessione del melodramma così frequente nella culture asiatiche: al contrario, Kore-eda dissemina le risonanze del dramma nel ricordo di antiche canzoni, alimenta la sua messa in scena di dettagli minuti, riempie le sue inquadrature di scorci domestici, dialoghi quotidiani ed esterni semidocumentari che consegnano, soprattutto allo sguardo occidentale, una forma sconosciuta di de-drammatizzazione. Come se Kore-eda avvese scoperto il segreto di come raccontare il dolore e la sua terapia nello stesso tempo. La Festa del Cinema celebra il grande cineasta giapponese con una retrospettiva di nove fra le sue opere più significative.

INCONTRO RAVVICINATO
19 ottobre ore 19:30 | Teatro Studio Gianni Borgna SIAE

 

 

I FILM IN RETROSPETTIVA

MOU HITOTSU NO KYŌIKU – INA SHOGAKKŌ HARU GUMI NO KIROKU | LESSONS FROM A CALF
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 1991, 47’ | Doc |

MABOROSHI NO HIKARI | MABOROSI
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 1995, 110’
Cast: Makiko Esumi, Takashi Naito, Tadanobu Asano, Gohki Kashiyama, Ren Osugi

DARE MO SHIRANAI | NOBODY KNOWS | NESSUNO LO SA
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2004, 140’
Cast: Yūya Yagira, You, Ayu Kitaura, Hiei Kimura, Momoko Shimizu

ARUITEMO ARUITEMO | STILL WALKING
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2008, 115’
Cast: Hiroshi Abe, Yui Natsukawa, Kirin Kiki, Yoshio Harada, Shohei Tanaka

KÛKI NINGYÔ | AIR DOLL
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2009, 125’
Cast: Bae Doo-na, Arata, Itsuji Itao, Joe Odagiri, Masaya Takahashi

KISEKI | I WISH
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2011, 128’
Cast: Kōki Maeda, Oshirō Maeda, Nene Otsuka, Joe Odagiri, Hiroshi Abe

ISHIBUMI
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2015, 85’ | Doc |

SANDOME NO SATSUJIN | THE THIRD MURDER
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2017, 124’
Cast: Masaharu Fukuyama, Koji Yakusho, Mikako Ichikawa, Yuki Saito, Suzu Hirose

MANBIKI KAZOKU | SHOPLIFTERS | UN AFFARE DI FAMIGLIA
di Kore-eda Hirokazu, Giappone, 2018, 121’
Cast: Kirin Kiki, Lily Franky

Venerdì 18 ottobre alle 18:30 proiezione gratuita di Shoplifters in versione originale, con sottotitoli in italiano, presso l’Istituto Giapponese di Cultura (via A.Gramsci, 74). Sarà presente il regista Kore-eda Hirokazu
Ritiro biglietti (max 2 a persona) presso INFOPOINT Festa del Cinema di Roma, venerdì 18 ottobre dalle 10, fino a esaurimento.

 

MAX OPHÜLS
La Festa del Cinema di Roma realizza un viaggio all’interno della straordinaria opera di Max Ophüls proponendo al pubblico una retrospettiva di quattordici film firmati dal maestro tedesco. Il cinema di Ophüls è sempre stato oggetto di ammirazione da parte di grandissimi registi: alcuni di loro sono stati tra i più carismatici della storia della settima arte, come ad esempio François Truffaut e Stanley Kubrick. Se il primo rimaneva ipnotizzato dal perfezionismo dello stile di Ophüls, il secondo amava la tecnica dei suoi lunghi carrelli. “La felicità non è mai gaia”, si dice in uno dei suoi film più belli, Il piacere, tratto da Maupassant. È forse l’unica sentenza che possa avvicinarsi ad un significativo epitaffio da apporre sul monumento che la sua intera filmografia ha disseminato in quasi trent’anni di cinema. I film di Ophüls, infatti, sono deliziosamente divertenti e rovinosamente tragici: il suo primo capolavoro, Amanti folli, è la storia di un amore illecito e travolgente sullo sfondo della Vienna di fine secolo; il suo ultimo, Lola Montès, racconta di una donna le cui infelici avventure sentimentali sono state trasformate in un grandioso e terribile spettacolo circense.

MASTERCLASS
Serge Toubiana, Giorgio Gosetti, Mario Sesti
20 ottobre ore 18 | Casa del Cinema | Ingresso Libero

I FILM IN RETROSPETTIVA

LIEBELEI | AMANTI FOLLI
di Max Ophüls, Germania, 1933, 88’
Cast: Magda Schneider, Wolfgang Liebeneiner, Luise Ullrich, Willi Eichberger, Gustaf Gründgens, Olga Tschechowa

LA SIGNORA DI TUTTI
di Max Ophüls, Italia, 1934, 89’
Cast: Isa Miranda, Memo Benassi, Tatyana Pavlova, Friedrich Benfer, Franco Coop, Nelly Corradi

DIVINE
di Max Ophüls, Francia, 1935, 82’
Cast: Simone Berriau, George Rigaud, Gina Manès, Philippe Hériat, Paul Azaïs, Catherine Fonteney

LA TENDRE ENNEMIE | LA NOSTRA COMPAGNA
di Max Ophüls, Francia, 1936, 69’
Cast: Simone Berriau, Georges Vitray, Marc Valbel, Lucien Nat, Jacqueline Daix, Catherine Fonteney

YOSHIWARA | YOSHIWARA, IL QUARTIERE DELLE GEISHE
di Max Ophüls, Francia, 1937, 88’
Cast: Michiko Tanaka, Sessue Hayakawa, Pierre Richard-Willm, Foon Sen, Roland Toutain, Camille Bert

SANS LENDEMAIN | TUTTO FINISCE ALL’ALBA
di Max Ophüls, Francia, 1939, 82’
Cast: Edwige Feuillère, Georges Rigaud, Paul Azaïs, Daniel Lecourtois, Georges Lannes, Pauline Carton

DE MAYERLING À SARAJEVO | DA MAYERLING A SARAJEVO
di Max Ophüls, Francia, 1940, 95’
Cast: Edwige Feuillère, John Lodge, Gabrielle Dorziat, Jean Worms, Aimé Clariond, Marcel André

LETTER FROM AN UNKNOWN WOMAN | LETTERA DA UNA SCONOSCIUTA
di Max Ophüls, Stati Uniti, 1948, 87’
Cast: Joan Fontaine, Louis Jourdan, Mady Christians, Marcel Journet, Art Smith, Carol Yorke

CAUGHT | NELLA MORSA
di Max Ophüls, Stati Uniti, 1949, 88’
Cast: Barbara Bel Geddes, Robert Ryan, James Mason, Frank Ferguson, Curt Bois, Ruth Brady

THE RECKLESS MOMENT | SGOMENTO
di Max Ophüls, Stati Uniti, 1949, 82’
Cast: James Mason, Joan Bennett, Geraldine Brooks, Henry O’Neill, Shepperd Strudwick, David Bair

LA RONDE | LA RONDE: IL PIACERE E L’AMORE
di Max Ophüls, Francia, 1950, 93’
Cast: Anton Walbrook, Simone Signoret, Serge Reggiani, Simone Simon, Jean-Louis Barrault, Isa Miranda

LE PLAISIR | IL PIACERE
di Max Ophüls, Francia, 1952, 97’
Cast: Jean Galland, Claude Dauphin, Madeleine Renaud, Jean Gabin, Daniel Gélin, Simone Simon

MADAME DE… | I GIOIELLI DI MADAME DE…
di Max Ophüls, Francia, Italia, 1953, 100’
Cast: Danielle Darrieux, Charles Boyer, Vittorio De Sica, Jean Debucourt, Jean Galland, Mireille Perrey 

LOLA MONTÈS
di Max Ophüls, Francia, Germania Ovest, 1955, 110’
Cast: Martine Carol, Peter Ustinov, Anton Walbrook, Henri Guisol, Lisa Delamare, Paulette Dubost

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password