FESTA DEL CINEMA   

La Festa del Cinema di Roma al Teatro Palladium, in collaborazione con l’Università Roma Tre

31 ottobre | 2 novembre
Teatro Palladium (Piazza Bartolomeo Romano, 8)
Ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili

La dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma approda al Teatro Palladium, grazie all’importante collaborazione con l’Università Roma Tre. Le quattro proiezioni in programma si terranno martedì 31 ottobre e giovedì 2 novembre, a ingresso gratuito fino a esaurimento posti disponibili.
Il primo appuntamento è per il 31 ottobre alle ore 20.30 con il musical 42nd Street di Lloyd Bacon, presentato alla Festa del Cinema fra i “Film della nostra vita”: la celebre pellicola segue le vicende di un regista che deve mettere in scena uno spettacolo di varietà nell’America della crisi economica. A seguire, alle ore 22, sarà la volta di Moravia Off di Luca Lancise, fra le preaperture della Festa del Cinema 2017: il documentario utilizza la poetica del grande scrittore italiano, uno dei più importanti dello scorso secolo, per generare racconti in giro per il mondo, dall’Africa “nera” all’Egitto, dalla Polonia alla Cina, dalla Germania all’Iran, dalla Francia alla Corea del Sud.
Il programma del 2 novembre si aprirà alle ore 20.30 con Tracce di bene di Giuseppe Sansonna (Riflessi): una confessione perduta di Carmelo Bene riemerge dall’oblio, una voce confidenziale, capace di evocare memorie intime ed universali, frammenti di vita e di cinema. Un flusso di coscienza da cui emerge un Salento sorvolato da santi in estasi. Alle ore 22 si terrà The Italian Jobs: Paramount Pictures e l’Italia di Marco Spagnoli. Il documentario, una delle preaperture della Festa, analizza il legame che intercorre tra i film, la produzione Paramount e l’Italia, andando a esplorare la storia del cinema internazionale e indagando le scelte che hanno portato alcune pellicole a essere realizzate nel nostro Paese.
La serata del 31 ottobre sarà introdotta dal professor Marco Maria Gazzano, quella del 2 novembre dalla professoressa Ivelise Perniola.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password