FESTA DEL CINEMA   

Riflessi

L’ARMA PIÙ FORTE – L’UOMO CHE INVENTÒ CINECITTÀ

di Vanni Gandolfo, Italia, 2016, 54’ | Doc |

Prodotto da Istituto Luce Cinecittà, con Diego Abatantuono, è la storia dimenticata di Luigi Freddi, funzionario fascista, che aveva una profonda passione per il cinema. Il film racconta la storia di un amore smodato per un’arte, il cinema, che allora era ancora giovane e da inventare.

 

CRAZY FOR FOOTBALL (THE CRAZIEST WORLD CUP) / MATTI PER IL CALCIO

di Volfango De Biasi, Italia, 2016, 73’ | Doc |

Dodici pazienti psichiatrici, uno psichiatra come direttore sportivo, un pugile ex campione del mondo come preparatore atletico. Sono i protagonisti del nuovo documentario di Volfango De Biasi e Francesco Trento sulla “terapia col pallone”. Succede a Osaka, durante il primo mondiale di calcio per pazienti psichiatrici.

 

HAIKU ON A PLUM TREE

di Mujah Maraini Melehi, Italia, Giappone, 2016, 73’ | Doc |

Tokyo 1943: l’antropologo italiano Fosco Maraini e la moglie Topazia Alliata rifiutano di firmare per la Repubblica di Salò. A seguito della loro scelta vengono mandati a Nagoya in un campo di Prigionia con le loro tre figlie Dacia, Yuki e Toni. Mujah, figlia di Toni, a distanza di tanti anni, va in Giappone per ripercorrere l’esperienza familiare e rielaborarla facendola propria attraverso il recupero della memoria.

 

LASCIA STARE I SANTI

di Gianfranco Pannone, Italia, 2016, 75’ | Doc |

Un viaggio in Italia lungo un secolo nella devozione religiosa popolare. Santi antichi e più recenti, madonne bianche e nere, processioni devozionali, sono espressioni di un bisogno di sacro in apparenza molto lontano da noi, ma che così lontano non è.

 

LE ROMANE – STORIE DI DONNE E DI QUARTIERI

di Giovanna Gagliardo, Italia, 2016, 52’ | Doc |

Nella Roma tutt’altro che monumentale, dentro la città dei Quartieri, dei vicoli, delle panchine all’ombra dei platani, ci sono orme e segnali di presenze femminili che, seppur poco evidenti, si specchiano perfettamente nella personalità di alcune donne che in questi Quartieri sono nate, o che ci sono andate per propria scelta lasciando la loro impronta indelebile. Con materiale di repertorio delle Teche Rai, fotografie, riprese nei luoghi e negli ambienti che più rappresentano le personalità dei personaggi narrati, Le romane – Storie di donne e di quartieri, vuole contribuire a una vera e propria riscoperta della “città delle donne”.

 

LE SCANDALOSE

di Gianfranco Giagni, Italia, 2016, 54’ | Doc |

“Le donne uccidono per gli stessi motivi degli uomini, spesso con la stessa sofferenza”. Si può essere più o meno d’accordo con questa affermazione ma, per trovarla fra le ormai molte pagine della pubblicistica sull’argomento, è necessario un percorso lungo e tutt’altro che lineare.

 

WHO AM I?

di Nick Reding, Kenya, 2016, 39’ | Doc |

La Festa del Cinema ha scelto di schierarsi al fianco di Cesvi nella lotta alla fame nel mondo: al MAXXI si terrà un evento dedicato al racconto cinematografico sul tema della sicurezza alimentare, del razzismo e dell’immigrazione in cui saranno proiettati tre cortometraggi sul diritto al cibo realizzati per Cesvi da Antonietta De Lillo, Virgina Eleuteri e Luca Ferrari, autori di prestigio del documentario e della videoarte in Italia. Seguirà la proiezione del documentario Who Am I? di Nick Reding. A conclusione delle proiezioni, i registi, insieme a Daniela Bernacchi, Amministratore Delegato Cesvi, Luca Alinovi, Executive Director Global Resilience Partnership, Nick Reding e Francesca Marciano, sceneggiatrice, saranno protagonisti di un panel condotto da Mario Sesti.

 

LA NOTTE NON FA PIÙ PAURA

di Marco Cassini, Italia, 2015, 65’

Il terremoto dell’Emilia “viene messo in scena” da un gruppo di giovani professionisti che attraverso il linguaggio cinematografico scelgono di raccontare una storia capace di racchiudere allo stesso tempo amore, amicizia, tragedia, speranza. Hanno preso parte alla sua realizzazione numerosi ex allievi del Centro Sperimentale di Cinematografia.

 

WILLIAM KENTRIDGE, TRIUMPHS AND LAMENTS

di Giovanni Troilo, Italia, 2016, 70’ | Doc |

Il documentario racconta uno dei più grandi artisti contemporanei, svelandone la poetica e il processo creativo, attraverso la sua colossale opera dedicata alle sponde del Tevere: una lunga successione di immagini ottenute tramite vaporizzazione a rappresentare vittorie e sconfitte della città eterna.

 

SHELTER

di Brent Renaud, Craig Renaud, Stati Uniti, 2016, 74’ | Doc |

Alla Covenant House, nella periferia di New Orleans, Louisiana, le porte non chiudono mai: c’è sempre una stanza libera. I residenti sono solo adolescenti, ma sono già stati etichettati tossicodipendenti, schizofrenici, criminali e reietti. Come riporta un membro del personale “si tratta della più danneggiata parte della popolazione giovanile contemporanea”. Filmandola per un anno intero, i fratelli Brent e Craig Renaud raccontano la crudezza e la profondità commovente dei ragazzi che cercano riparo nella Covenant House, insieme al personale che lotta per rendere ogni giorno un miracolo.

 

CINQUE MONDI

di Giancarlo Soldi, Italia, 2016, 67’ | Doc |

Cinque Mondi, cinque modi di raccontare il cinema, cinque differenti visioni: sono i mondi dei nostri cinque premi Oscar® che ci raccontano di quale cinema si sono nutriti, il cinema italiano che hanno visto nella loro giovinezza e che ha in qualche modo influenzato il loro cinema, il loro immaginario. Roberto Benigni, Bernardo Bertolucci, Gabriele Salvatores, Paolo Sorrentino, Giuseppe Tornatore si sono raccontati con sincerità, hanno ricordato lo stupore, l’amore e la magia di quelle storie vissute nella sala buia del cinema. Le loro personali riflessioni sul senso di fare cinema ci permettono di capire quale è stata la molla che li ha portati ad esordire. Evento in collaborazione con Istituto Luce Cinecittà e il costituendo Museo Italiano dell’audiovisivo e del cinema.

Altre News

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password