CITYFEST   

Scelte di classe – Il cinema a scuola

scelte-di-classe-news

Parte giovedì 20 ottobre, in via sperimentale nelle scuole di Roma e della Regione Lazio, “Scelte di Classe. Il cinema a scuola”, un progetto che vuole rappresentare una solida opportunità esperienziale guidata attraverso il cinema e per mezzo del cinema, e si articola in una serie di attività e iniziative coordinate tra loro, che insieme concorrono a favorire un consapevole spirito critico per lo sviluppo e il rafforzamento di competenze, grazie a una relazione diretta tra insegnanti, professionisti del settore audiovisivo e le giovani generazioni. Al centro del progetto dunque c’è la scuola e in particolare la ‘classe’, come spazio privilegiato dove poter aprire le porte a nuove discussioni.
Obiettivi del progetto

 Gli obiettivi di Scelte di Classe. Il cinema a scuola sono quelli di creare un laboratorio lungo un anno nella scuola, per re-immaginare nuove pratiche culturali e per stimolare il pensiero, il dibattito e l’azione intorno alla parola cinema; di creare una sorta di Festival permanente, che permetta ai giovani di condividere esperienze e idee, uno spazio capace di raccontare l’audiovisivo attraverso gli occhi dei ragazzi, per favorire un cambiamento di approccio nello spettatore, al fine di coinvolgerlo e appassionarlo alla proiezione in sala.

Scelte di classe non ha solo l’obiettivo di far vedere, ma vuole agire durante un anno intero, sulla qualità e sulle modalità di visione dei bambini e ragazzi attraverso un opera collettiva a più voci, capace di raccogliere e promuovere le opere più significative e innovative del panorama cinematografico europeo. I ragazzi ed i loro insegnanti daranno vita ad incontri, lezioni con ospiti e proiezioni speciali in sala con l’auspicio che ciascun spettatore o gruppo organizzato, ogni singola scuola o gruppo classe si faccia testimone partecipe del progetto, con l’unico fine di trasferire e contagiare quanto più possibile, la passione per il cinema.
La registrazione per le scuole sarà gratuita, semplice e veloce consentendo agli insegnati di poter attingere subito dal catalogo filmico diviso per fasce di età che sarà arricchito da schede sia per uso curriculari ed extra-curriculari.

La cornice istituzionale

Lo scorso 4 febbraio il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo hanno siglato il Protocollo d’Intesa “Teatro e Cinema per la Scuola” al fine di creare occasioni dì approfondimento e di promozione del linguaggio e della cultura cinematografica e teatrale nelle scuole di ogni ordine e grado. A tal fine, il MIUR e il MIBACT hanno avviato la realizzazione di un “Piano Nazionale per il Cinema a Scuola” che prevede la definizione delle Linee Guida per la didattica del linguaggio cinematografico a scuola e diversi strumenti e programmi operativi utili alle Istituzioni Scolastiche per inserire efficacemente la didattica del cinema all’interno dei percorsi educativi.

Oggi grazie ad un emendamento all’art. 2 del Protocollo, approvato dalla Commissione Cultura della Camera, che modifica il testo della riforma della scuola, il cinema entra nel piano triennale dell’offerta formativa delle scuole, affiancando quelle già previste dalle linee guida della Buona Scuola. Rispettando il monte orario degli insegnamenti le scuole potranno attivare progetti e iniziative di potenziamento della propria offerta formativa in cinema e spettacolo dal vivo.

Non saranno, quindi, ore di queste discipline che si aggiungono all’attuale orario scolastico, ma materie che le singole scuole potranno introdurre nell’ambito dell’ampliamento della propria offerta formativa triennale, ricorrendo al 20% di flessibilità oraria che l’autonomia consente loro, tenendo conto dei diversi percorsi scolastici. Ogni scuola potrà orientare il proprio programma inserendo queste discipline, attingendo docenti dall’organico dell’autonomia funzionale alle esigenze didattiche, progettuali e organizzative delle singole istituzioni scolastiche.

Strumenti utilizzati per l’attuazione del progetto: interazione fra strumenti tradizionali come la sala cinematografica e la lezione di cinema in classe e nuove tecnologie (web)

 Qualsiasi sviluppo di una attività educativa focalizzata sul progetto Scelte di Classe. Il cinema a scuola non può prescindere da una convergenza tra strumenti tradizionali, come sala cinematografica, e le nuove tecnologie (internet) e deve anche contare sul contatto diretto con chi il cinema lo fa, lo scrive, lo promuove e lo racconta, allo scopo di creare maggiori piattaforme cognitive e di potenziare le possibilità di interazione con il linguaggio cinematografico. La scuola, la rete e la sala diventano quindi il supporto a una riorganizzazione dell’offerta educativa e formativa diretta, volta a rendere quest’ultima più ricca e flessibile, articolata fra locale e globale, in modo da poter essere erogata nelle stesse località di residenza degli studenti e da riuscire, nel contempo, a superare i problemi di un localismo dispendioso e povero di qualità.

  • La piattaforma web, gli incontri a scuola e la rete come ambiente didattico

Il Piano di attuazione del progetto Scelte di Classe. Il cinema a scuola prevede l’utilizzo come strumento didattico di una Piattaforma web, realizzata in collaborazione con MyMovies, attraverso cui verrà proposto alle istituzioni scolastiche un archivio di film in progressiva costruzione, con schede critiche e sinottiche, con la trasmissione in streaming di incontri speciali con i protagonisti della settima arte, con un’area news costantemente aggiornata e con ogni altro strumento utile per renderla il punto di riferimento autorevole per la didattica del cinema a scuola. Il baricentro del progetto sarà rappresentato dagli incontri a scuola che saranno registrati sulla piattaforma e saranno resi accessibili a tutte le scuole che aderiranno al progetto. Il Web quindi, attraverso la
realizzazione di un canale (webtv), consentirà alla “rete” di diventare ambiente didattico al fine di mettere in atto un nuovo modello formativo. Il canale web sarà lo strumento che trasmetterà in streaming tutti gli incontri speciali svolti nelle scuole o nelle sale cinematografiche coinvolte nel progetto. La sperimentazione dell’integrazione tra le modalità didattiche tradizionali (con la lezione frontale) e modalità di formazione di e-learning, attraverso una forma di storytelling multimediale, rappresentano una delle esperienze più elettrizzanti e coinvolgenti della “rete”.

Il portale web permetterà agli insegnanti di lavorare e interagire con i propri studenti in una logica di creazione, di opportunità, di apprendimento e di co-creazione delle risorse; permetterà inoltre agli studenti di utilizzare con spirito critico le nuove tecnologie, la ”rete” il patrimonio dell’archivio digitale, al sistema scolastico di creare un rapporto di comunicazione e di interscambio stabili, sul piano orizzontale, con altri sistemi scolastici, nazionali e internazionali (in particolare europei) e in senso verticale, con università e centri di ricerca.

  • La sala cinematografica virtuale (VOD)

Attraverso la sala virtuale (VOD) gli studenti insieme con l’insegnante e il tutor, avranno la possibilità di vedere i film. L’accesso alla sala virtuale sarà a titolo gratuito, previo inserimento di un codice meccanografico e una password, che inserirà l’insegnante prima di ogni visione.

Il programma prevede anche che agli studenti venga richiesto di realizzare contenuti e commenti che coinvolgano altri studenti e registi e altri rappresentanti dei film selezionati.

Inoltre saranno previsti sottotitoli per i film in lingua originale non arrivati in distribuzione in Italia, oltre ad essere totalmente accessibile anche agli studenti disabili e a tutti i disabili sensoriali attraverso sottotitoli multilingua e descrizioni audio disponibili grazie al download di un’app (in collaborazione con Fred School). Inoltre ogni studente avrà il proprio profilo personale dove commentare e consigliare con gli altri studenti connessi, i film visti tra quelli selezionati dal progetto (Related films).

  • La sala cinematografica reale

La sala cinematografica reale infine si aggiunge come strumento classico che completa il percorso formativo di Scelte di Classe. Il cinema a scuola. Essa diventa elemento premiante del percorso didattico, mettendo al centro l’esperienza condivisa e collettiva nel rispetto del fluire del racconto.

Ogni scuola potrà selezionare e prenotare (solo per i docenti con password). Lo spettacolo desiderato in una delle sale coinvolte nel progetto verificando il cinema più vicino alla scuola (geo mapping).

Selezionata la sala, l’insegnante potrà prenotare i posti dei suoi studenti e inviare il pagamento tramite il formulario che sarà allegato alla scheda.

Abbinata alla proiezione ci sarà un incontro, legato al percorso impostato precedentemente con i ragazzi che potrebbe essere inserito nel programma di attività della Fondazione Cinema per Roma (City Fest) e di altri progetti del territorio.

Oltre al costo del biglietto, che sarà definito in collaborazione con gli esercenti, se il film non è distribuito in Italia, ci sarà una maggiorazione del costo del biglietto per la sottotitolazione elettronica. Ogni scuola può coinvolgere più classi, per un minimo di 100 posti a proiezione.

La prima lezione di cinema live con il regista Matteo Garrone

Le prime lezioni a essere registrate dal vivo e poi trasmesse in streaming sulla piattaforma web si svolgeranno oggi, giovedì 20 ottobre alle ore 16.30, presso l’Auditorium Parco della Musica – Studio 3 e sabato 22 ottobre alle ore 10.00 presso Casa Alice. Il regista Matteo Garrone terrà oggi una lezione sulle “favole nel cinema” e sabato il regista Paolo Genovese parlerà di “cinema e nuove tecnologie” a una platea composta esclusivamente dai giovani spettatori di Alice nella città, sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni.

MIA, Mercato internazionale Audiovisivo, che si terrà dal 20 al 24 ottobre 2016 durante la Festa del Cinema di Roma, è un brand dell’Associazione Nazionale Industrie Cinematografiche (ANICA) e dell’ Associazione Produttori Televisivi (APT). Ente attuatore di MIA è Fondazione Cinema per Roma. All’interno del Comitato Editoriale di MIA, le associazioni 100 Autori, ANICA, APT, Cartoon it, Italian Film Commissions, UNEFA contribuiscono a trasferire all’interno del mercato le esigenze e il knowledge sul mercato internazionale affinché MIA possa essere uno strumento flessibile ed efficace e rispondere ai bisogni attuali dell’industria italiana. MIA è prodotto con il sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico e di ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, co-finanziato dal Programma Creative Europe-Media, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e da Luce-Cinecittà e sostenuto dalla Roma Lazio Film Commission. Tra i suoi partner, l’Hotel Boscolo Exedra, Rai Com e WCP Media Services sul progetto videolibrary.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password