ARCHIVIO NEWS   

ROMAFICTIONFEST | 14 novembre | “Limbo” rappresenta l’Italia nel Concorso Internazionale. Richard Madden presenta agli spettatori la nuova serie “Medici. Masters of Florence”. Frank Spotnitz firma “The Man in the High Castle”, Paul Haggis, vincitore di due Oscar®, incontra il pubblico

L’attore scozzese Richard Madden – reso celebre dalla sua interpretazione di Robb Stark nell’acclamata serie tv Il Trono di Spade, per il quale ha ottenuto una nomination ai Sag Awards – sarà domani, sabato 14 novembre, al RomaFictionFest per presentare la nuova serie da lui interpretata, Medici. Masters of Florence, che racconta l’ascesa della famiglia Medici sullo sfondo del Rinascimento italiano. L’incontro aperto al pubblico si terrà alle ore 17 presso la Sala 4 del Cinema Adriano e vedrà protagonisti, a fianco di Madden, il creatore e produttore esecutivo di Medici. Masters of FlorenceFrank Spotnitz (già produttore di una tra le più longeve e seguite serie tv di sempre, X-Files), affiancato dai produttori della serie Luca e Matilde Bernabei, ed Eleonora Andreatta, direttore di Rai Fiction. Madden sarà anche protagonista del red carpet che si terrà al Cinema Adriano alle ore 16.30. La serie televisiva in otto puntate, prodotta da Lux Vide e Big Light Productions, realizzata in collaborazione con Rai Fiction e distribuita da Wild Bunch TV, sarà trasmessa in Italia dalla RAI. L’attore scozzese è inoltre protagonista di Lady Chatterley’s Lover, tv-movie già presentato alla nona edizione del RomaFictionFest, diretto da Jed Mercurio, prodotto da Hartswood Films, Serena Cullen Productions per BBC One, in onda su LaEffe mercoledì 18 novembre.

Alle ore 19 la Sala 4 del Cinema Adriano ospiterà la proiezione di Limbo, il titolo scelto a rappresentare l’Italia nel Concorso Internazionale, con Kasia Smutniak nei panni di una reduce da una missione di pace in Afghanistan e vittima di Disturbo Post-Traumatico da Stress. Il tv movie è tratto dall’omonimo romanzo del 2012 di Melania Mazzucco.
Altre tre le serie in Concorso nella giornata, tutte presso la Sala 3. Alle ore 20.30, sarà proiettato l’episodio uno della serie capolavoro The Man in the High Castle, adattamento firmato da Frank Spotnitz del romanzo “La svastica sul sole” di Philip K. Dick, prodotto, tra gli altri, da Ridley Scott e David Zucker. Alle ore 16.30 la prima puntata di O Hipnotizador, adattamento per HBO Latin America della surreale graphic novel dell’argentino De Santis, che racconta la vicenda onirica di una lotta tra due ipnotisti in una città di confine tra Brasile e Argentina. Alle ore 14.30, dalla Corea del Sud arriva il pluripremiato tv-movie The Trial of Chungyang – A Girl Prosecuted by Feudalism che mette in scena una storia di emancipazione femminile dalla tradizione di una forma di performance coreana: il pansori. La replica di domenica (ore 16) sarà preceduta da una performance di pansori dal vivo, realizzata con la collaborazione dell’Ambasciata della Repubblica di Corea ed eseguita da Jong Hyuk Park e da Cecilia Soojeong Yi.

Alle ore 15 la sala 4 ospiterà “Gli insospettabili”, Evento Speciale a cura di Ivan Cotroneo, scrittore, sceneggiatore e regista, cojnvolto nelle serie italiane di maggior successo e innovazione (Tutti pazzi per amore, Una Grande Famiglia, Una mamma imperfetta, È arrivata la felicità) e Piera Detassis, coordinatore artistico del RomaFictionFest. Ospiti della conversazione aperta al pubblico, la giornalista Natalia Aspesi, lo scrittore e sceneggiatore Hanif Kureishi e l’artista internazionale Francesco Vezzoli. Tutti loro nascondono un segreto: guardano le serie e perfino le telenovela, sono pazzi de Iltrono di spade o Scandal, hanno ceduto a Prison Break, non si sono mai ripresi da Twin Peaks e neppure da Un posto al Sole.

Due le masterclass previste nel programma di sabato 14. Alle ore 12 presso la Sala 4, Paul Haggis, vincitore di due Oscar®, incontrerà il pubblico del RomaFictionFest. Sceneggiatore, produttore e regista, Haggis è entrato nella storia dell’Academy per essere l’unico ad avere scritto le sceneggiature delle produzioni che hanno vinto l’Oscar come Miglior film per due anni di seguito: Million Dollar Baby e Crash – Contatto fisico, di cui è anche regista. Nel corso della sua Masterclass presenterà Show Me a Hero, creato dall’autore di The Wire, David Simon, e basato sul romanzo di Lisa Belkin, con le musiche di Bruce Springsteen. Haggis è un veterano della televisione: nella sua carriera trentennale ha collaborato come sceneggiatore e come regista a diverse serie televisive.

Alle ore 10 la Sala 4 ospiterà la masterclass “Quando il romanzo si fa serie”, un incontro per fare il punto sulle possibilità future offerte dalla narrazione televisiva alla letteratura italiana e internazionale: protagonisti Andrea Porporati, regista, scrittore e sceneggiatore, Frank Spotnitz, sceneggiatore e produttore, Giancarlo De Cataldo, magistrato e scrittore.  

Due i titoli Fuori Concorso nella Sala 5 dell’Adriano. Alle ore 22, sarà presentato l’episodio uno di Fear the Walking Dead, lo spin-off di The Walking Dead ambientato all’alba dell’apocalisse zombie nel cuore di Los Angeles: la serie porta in scena il lento tracollo della nostra società di fronte a forze sconosciute e soverchianti. Alle ore 16.30 sarà la volta di King for a Term, tv-movie scritto e diretto da Idris Elba, su un bambino asmatico trasferito per un semestre in una scuola di ragazzi con difficoltà di apprendimento. La star di Luther e The Wire partecipa anche come attore nel ruolo del padre.

Nella sezione Young Adult Special, alle ore 21.30 presso la Sala 4, saranno proiettate le prime immagini di Zio Gianni 2, che torna su Rai 2 con la regia di Daniele Grassetti. Sul red carpet delle ore 21 ci sarà il regista con Andrea ParisMatteo RovereCristel CheccaSabrina ParaviciniKevin Chiarore.

Molto nutrito anche il programma della sezione Serial Crime che ospita in Sala 6 alle ore 21.30, la prima puntata di Limitless, sequel seriale dell’omonimo film con Bradley Cooper, qui anche produttore della serie e interprete di un piccolo ma cruciale ruolo. Nel pomeriggio quattro importanti produzioni in grado di offrire una valida panoramica sulla miglior televisione dell’emisfero sud. The Principaldall’Australia (ore 14.30), Westsidedalla Nuova Zelanda (ore 16), Swartwater dal Sudafrica (ore 17.30) e Entre Canibales, coproduzione argentino-spagnola (ore 20.30) sono crime tra loro molto diversi: il primo affronta importanti tematiche sociali, il secondo vira a tratti sul comico, mentre il terzo è profondamente drammatico così come Entre Canibales firmato dal premio Oscar® Juan José Campanella (Il segreto dei suoi occhi). Alle ore 19 il programma Serial Crime si chiude con la serie messicana Señorita Pólvora, con una ragazza ribelle immischiata nel mondo dei narcotrafficanti.
Dal Brasile, alle ore 22 per la sezione Period Drama, sarà presentato il primo episodio di Magnifica 70, serie HBO Latin America sul cinema exploitation brasiliano che contestava il regime e cercava soluzioni per sfuggire alla censura.

Il programma degli Eventi Speciali accoglierà alle ore 18.30 alcuni interessanti prodotti indipendenti italiani, gli Italian Indie, in cerca di produttore e distributore: Domani smetto diretto da Monica Dugo, Marcello Di Noto, Nero di Giuseppe Piva e The Cide, scritto da Daniele Zed Berretta, Cristiano Malacrino con la regia di Lorenzo Corvino.

Al RomaFictionFest sarà presentato, per la prima volta in Italia, un evento (diretto da Gioia Avvantaggiato) con panel, case studies, masterclass e proiezioni per esplorare un genere di grande successo: il Factual Drama, con un Focus specifico sugli Stati Uniti. La giornata, divisa in due differenti sessioni (dalle ore 10.30 alle 13 e dalle 15 alle 17.30 presso la Sala 1 del Cinema Adriano), è organizzata da Agora. Parteciperanno i pluripremiati produttori di Scott Free Production (vincitori di 4 Emmy Award e con un’infinita serie di nomination e altri premi minori), Feelgood Fiction (vincitori di 2 Bafta Award e numerose nomination), RAW TV (1 Bafta Award, 1 Emmy Award per citare i principali) e i principali broadcasters, come A&E Networks – History Channel e BBC. Nel corso dell’evento saranno approfondite le modalità di composizione di queste opere rispettando il confine labile che divide il genere documentaristico da quello della finzione, partendo da materiale basato su storie vere e arrivando a comporre opere di fiction in grado di raggiungere una vasta fascia di pubblico. Nel pomeriggio saranno proiettati, sempre nella Sala 1, i seguenti prodotti: alle ore 18 The Eichmann Show, diretto da Paul Andrew Williams e interpretato da Martin Freeman e Anthony LaPaglia (Feelgood Production, BBC) e alle ore 20 Killing Jesus, diretto da Christopher Menault (Scott Free Productions, National Geographic Channels).

Nella giornata di The Man in the High Castle, la retrospettiva Fantastica Rai presenterà Impostore, il primo adattamento filmico da Philip K. Dick, realizzato dalla Rai nel 1981 a cura dei Fratelli Frazzi

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password