ARCHIVIO NEWS   

Si è chiusa la nona edizione del Mercato Internazionale del Film

Si è chiusa il 21 ottobre la nona edizione del Mercato Internazionale del Film, lo spazio che il Festival Internazionale del Film di Roma dedica ai professionisti dell’industria cinematografica.

811 accreditati, tra cui 295 compratori, 104 world sales agents e 246 produttori provenienti da 52 Paesi diversi, hanno fatto dell’Hotel Bernini Bristol e di via Veneto la “casa” dell’industria cinematografica italiana e internazionale.

La nona edizione di The Business Street (TBS) ha come International Consultant Massimo Saidel, è coordinata da Francesca Palleschi con la collaborazione di Markus Duffner; New Cinema Network (NCN) è coordinata da Alexia De Vito con la collaborazione di Annalisa Donnarumma e Camilla Donghi. Per l’edizione 2014 si è riscontrato un aumento del 30% dei partecipanti internazionali (dai 394 del 2013 ai 513 del 2014), con il 35% in più di buyer (dai 218 del 2013 ai 295 del 2014) e il 14% in più di World Sales (dai 91 del 2013 ai 104 del 2014), raggiungendo così un eccellente equilibrio tra domanda e offerta.

Sono state 100 le proiezioni di film in sala riservate ai soli operatori del settore, mentre 120 i film che è stato possibile visionare attraverso il sistema personalizzato on demand di Video Library digitale, realizzato grazie al supporto di RAI Com. Con The Business Street si è riportato in Italia un appuntamento di Mercato in grado di attrarre gli operatori internazionali e di inserirsi nel circuito virtuoso di eventi che da Berlino a Cannes scandiscono i ritmi della produzione e distribuzione cinematografica. Con la sua struttura leggera e l’atmosfera informale, TBS ha saputo offrire una valida alternativa alle fiere tradizionali, confermandosi un consolidato ed efficace appuntamento, una valida piattaforma per tutti quegli operatori del settore che qui trovano una qualificata e seria presenza di interlocutori. Non a caso, il Mercato Internazionale del Film di Roma è tra le poche iniziative italiane finanziate – dal 2008 – dallo schema ‘Access to Market’ di Europa Creativa. Grazie al supporto operativo di ICE-Agenzia, che sin dalla prima edizione ha creduto nel potenziale dell’iniziativa, il Mercato ha inoltre rappresentato una vetrina d’eccezione per la circolazione del cinema italiano all’estero e uno strumento efficace per incoraggiare la cooperazione internazionale sui progetti in produzione. 

Il Mercato 2014 ha consolidato l’iniziativa Remake.it inaugurata lo scorso anno, attraverso la quale ha presentato ai produttori e compratori storie dal forte appeal, in grado di comunicare globalmente con il pubblico di tutto il mondo. I 29 film selezionati sono stati presentati in una sezione speciale della Video Library di The Business Street.

Dopo la fruttuosa esperienza del China Day realizzato nella passata edizione, è continuato il dialogo con l’industria cinese. In collaborazione con ANICA, ente attuatore del progetto di promozione del ‘Made in Italy’ del Ministero dello Sviluppo Economico, insieme a The Business Street e ICE – Agenzia, per il MiSE in accordo con il MiBACT, il China Day ha concluso anche quest’anno un percorso costante di avvicinamento tra le due cinematografie, pensato come scambio di contenuti, di imprenditorialità aziendale, di coproduzioni per tutto il mercato audiovisivo, che vede in Cina un’impressionante accelerazione sia in chiave di box office domestico che di internazionalizzazione.

A questa domanda cinese di apertura verso i mercati europei, l’industria italiana ha risposto presentando i suoi progetti di coproduzione in due giornate, terminate con il  Forum Italo-Cinese organizzato in collaborazione con la Fondazione Italia Cina e dedicato al tema di fondo del China Day.

Tra le novità della nona edizione anche la partnership con Ass.For.SEO per la prima edizione di “Italian Film Boutique – Roma Lazio Cinema Days For International Buyers”, un’iniziativa finanziata dalla Regione Lazio – Assessorato alla formazione, Università Scuola e Ricerca, in collaborazione con Roma Lazio Film Commission.

IFB è nata con l’intento di esportare e sostenere “the Italian touch” rinnovando e radicando la presenza dei film italiani nei principali mercati mondiali e nello scenario di settore, con un nuovo appeal di offerta internazionale.

Una delegazione di 20 operatori internazionali – buyer, distributori, direttori di rete e venditori internazionali – è stata ospitata da IFB per scoprire il nuovo cinema italiano. È stata offerta loro la visione di una selezione di 20 titoli scelti all’interno della più recente produzione cinematografica di lungometraggi prodotti, girati o venduti da operatori della Regione Lazio. 

Per rispondere all’esigenza di produttori e distributori di ampliare la propria conoscenza dei più recenti modelli economici e cercare nuove possibilità di cooperazione internazionale, The Business Street ha voluto rivolgere particolare attenzione alla cinematografia e all’industria dell’Argentina e del Brasile, Paesi ospiti del Focus Industry Argentina – Brasile che ha portato a Roma una prestigiosa delegazione di autori, produttori, distributori e rappresentanti istituzionali delle due nazioni. Preziosissima occasione di networking, questo incontro ‘trilaterale’ Argentina/Italia/Brasile ha dato spazio ad un confronto sulle nuove opportunità di cooperazione artistica e commerciale tra l’industria audiovisiva italiana e le due sudamericane.

NEW CINEMA NETWORK

Anche nella nona edizione, New Cinema Network (NCN), Workshop Internazionale di Progetti del Festival Internazionale del Film di Roma coordinato da Alexia De Vito, ha dimostrato di essere una piattaforma di mercato efficiente e agile dove il selezionato parterre di progetti e produttori internazionali riesce a trovare concrete opportunità di sviluppo e finanziamento. Nella nona edizione, NCN ha contato oltre 150 professionisti del settore provenienti da 37 paesi e ha organizzato più di 1000 meetings in tre giorni per i suoi 27 progetti selezionati. Per New Cinema Network, la nona edizione è stata inoltre occasione per rinnovare e consolidare la collaborazione con i suoi più solidi e importanti partner in vista delle future edizioni tra cui Sundance Institute, Cinéfondation Atelier e Residence di Cannes, Film London, i cui rappresentanti hanno tutti attivamente partecipato a NCN.

Novità di questa edizione NCN è stata “Le Grandi Bellezze”. Fortemente voluta e sostenuta dal direttore Marco Müller, “Le Grandi Bellezze” è una vetrina dedicata a quei progetti cinematograficiche promuovono l’Italia come partner d’eccellenza, rafforzando la centralità e il valore del nostro Paese sia come territorio ideale per l’ambientazione di tali progetti sia come supporto produttivo e finanziario. “Le Grandi Bellezze”ha raccolto otto progetti da sei Paesi: Brasile, Cina, Egitto, Italia, Lussemburgo, Stati Uniti.  Ospite d’eccezione è stato Joe Dante con il suo nuovo progetto Ombra Amore (Stati Uniti) che, con la sua consueta dose di humour, cinefilia e amore per l’horror, ha portato una storia d’amore tra un vampiro e un licantropo in una Roma sotterranea popolata da strane creature.

Per il sesto anno consecutivo, riconoscendo New Cinema Network come uno dei tre più importanti ed efficaci mercati di co-produzione europei e confermando il premio anche per le future edizioni, Eurimages – il Fondo Europeo del Consiglio d’Europa – ha affidato alla Giuria di NCN 2014, composta da Marie-Pierre Duhamel, Sandra Hebron e Elena Kotova il compito di assegnare l’Eurimages Co-production Development Award: un premio in denaro di 30.000 euro destinato allo sviluppo del miglior progetto presentato a NCN che risponda ai criteri di collaborazione e co-produzione che ispirano Eurimages.

La Giuria ha assegnato L’Eurimages Co-Production Development Award, a 9 Fingers di F.J. Ossang prodotto da Catherine Dussart, con la seguente motivazione: “un progetto che combina in maniera decisamente originale qualità filosofica e narrativa”. Inoltre è stata assegnata una menzione speciale a due progetti: 1313 – Dante’s Emperor di Bady Minck, prodotto da Alexander Dumreicher-Ivancenau e Menocchio di Alberto Fasulo prodotto da Nadia Trevisan.

Tra le novità più rilevanti dell’edizione 2014, la Menzione Speciale dell’UNICEF Italia in occasione del 25° della Convenzione sui diritti dell’infanzia e dell’adolescenza. Il Comitato Italiano per l’UNICEF ha assegnato la Menzione Speciale a White Shadows di Fabio Mollo per aver trattato una storia di abusi e violazione dei diritti dell’infanzia con efficacia e delicatezza.

Ad Andrea Paris di Ascent Film è stato invece assegnato il Cubix Award come miglior produttore europeo emergente, un premio in denaro di 5.000 euro, stanziato dalla società Cubix International per sostenere una produzione di qualità nella delicata fase dello sviluppo del progetto.

Anche quest’anno l’attività svolta da ICE-Agenzia in occasione del Festival Internazionale del Film di Roma è stata intensa. Grazie al lavoro svolto dalla rete dei propri uffici all’estero, è stato possibile portare a The Business Street e New Cinema Network, una cinquantina tra i più importanti operatori internazionali. Ugualmente significativi sono stati i momenti di incontro, organizzati sempre da ICE-Agenzia in collaborazione con Anica e Fondazione Cinema per Roma, con il focus su Argentina, Brasile e Cina.

Sono proprio questi infatti i mercati sui quali si orienterà sempre di più l’azione promozionale di ICE-Agenzia per l’avvio di attività di co-produzione e distribuzione diretta dei prodotti filmici nazionali. L’America Latina, in particolare, ha già visto una prima sperimentazione di questa formula di distribuzione con l’uscita, avvenuta lo scorso settembre in numerose sale di Buenos Aires e di altre città argentine, della versione Director’s Cut di Nuovo Cinema Paradiso. Lo stesso schema operativo verrà esteso da ICE-Agenzia ed Anica anche ad altri paesi dell’area, primo tra tutti il Brasile. Questo tipo di intervento vuole essere innovativo rispetto al passato e si inserisce con puntualità anche nell’ambito delle attività previste per l’anno dell’Italia in America Latina che verrà celebrato nel 2015 e che vedrà il suo momento più significativo nelle partecipazione dell’Italia come Pease Ospite d’Onore  al Festival Internazionale del Cinema di Guadalajara in Messico.

Di grande rilevanza e significato sono stati anche i contatti che si sono avviati con veri e propri colossi dell’industria cinematografica cinese in occasione del China Day, organizzato da ICE-Agenzia in collaborazione con Anica. All’apertura di questo evento ha preso parte il Presidente di ICE-Agenzia Riccardo Monti che ha preannunciato l’apertura di vere e proprie antenne dell’audiovisivo presso gli uffici ICE Agenzia in Cina con l’obbiettivo di rafforzare e accelerare il percorso costante di avvicinamento tra le cinematografie dei due paesi.

 

I NUMERI DEL MERCATO INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA

THE BUSINESS STREET NEW CINEMA NETWORK

811 accreditati

295 compratori

104 venditori esteri

246 produttori provenienti da 52 paesi

100 proiezioni

120 titoli in videolibrary

27 progetti selezionati di cui 7 progetti italiani

oltre 150 professionisti del settore provenienti da 37 paesi

30 registi – provenienti da 18 paesi

oltre 1000 meetings

 

 

 

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password