ARCHIVIO NEWS   

Il Ministro Giorgia Meloni presenta le iniziative a sostegno dei giovani

Continua la collaborazione tra il Festival Internazionale del Film di Roma  (27 ottobre – 4 novembre)  e il Ministero della Gioventù, con un investimento di 370mila euro nelle attività principali . «Questo Festival è l’occasione per raccontare attività sul tema del cinema e i suoi nuovi talenti – ha sottolineato il ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, nell’ambito della conferenza stampa svoltasi stamattina presso il Notebook dell’Auditorium Parco della Musica – Attorno al cinema ruotano tantissimi mestieri ed è giusto offrire a tutti gli strumenti per stare al passo con i tempi».

Fra le iniziative:

– torna New Cinema Network Lab, un laboratorio sul campo aperto ai giovani professionisti del settore al di sotto dei 35 anni, attivo tutto l’anno. A questa edizione hanno partecipato 33 giovani attraverso un bando aperto. Sette i progetti realizzati, 5 di finzione e 2 di animazione.

– presente anche in questa edizione il Premio Marc’Aurelio Esordienti. «Abbiamo dato vita al Marc’Aurelio Esordienti – ha spiegato il Ministro Meloni – per avere un’opera che potesse essere premiata al pari delle grandi, oltre a un laboratorio dove i ragazzi possono confrontarsi con i grandi del cinema durante il Festival».  La competizione ospita una selezione di undici opere prime (di cui tre presenti nel concorso della Selezione Ufficiale – di cui due italiane -, tre nella sezione Alice nella città e cinque ne L’Altro Cinema | Extra) e premia il regista dell’opera migliore votata da una giuria di esperti del settore cinematografico, presieduta dalla Direttrice della Casa del Cinema, Caterina D’Amico, e composta da Leonardo Diberti, Anita Kravos, Gianfrancesco Lazotti e Giuseppe Alessio Nuzzo. Sono film che «raccontano soprattutto l’adolescenza», ha spiegato il direttore artistico del Festival, Piera Detassis.

–  la novità di quest’anno è la Vetrina dei giovani cineasti italiani che consente a dieci opere prime selezionate di essere proiettate nel centro culturale Elsa Morante, votate dal pubblico e quella che ottiene il maggior numero di voti viene proiettata durante il Festival.«In questo tempo di crisi economica e con la globalizzazione, dobbiamo investire sulle nostre specificità e sul genio e sul talento dei giovani» ha detto il Ministro.

–  i l Ministro della Gioventù ha, inoltre, evidenziato un accordo importante fatto dal Dipartimento della Gioventù con l’Università della California la settimana scorsa. «Per la prima volta 50 ragazzi faranno un master in una delle scuole di cinema più famose al mondo, totalmente gratuito, da 2 a 4 mesi, per un periodo complessivo di 2 anni. Questo per formare sempre di più i nostri giovani talenti nel cinema».

«Abbiamo trovato sempre grande disponibilità a centrare questa manifestazione sui nuovi talenti e quindi, come ministro della Gioventù, la considero particolarmente importante», ha spiegato il  Ministro alla fine della conferenza stampa rispondendo ad una domanda riguardo le polemiche sul Festival di Roma.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password