ARCHIVIO NEWS   

Aspettando il Festival con Sergio Rubini

In attesa del Festival Internazionale del Film di Roma (28 ottobre – 5 novembre 2010) torna “Aspettando il Festival”, la manifestazione, che porta il Cinema nelle scuole.

Lunedì 27 settembre, alle ore 12, l’iniziativa ospita l’attore e regista Sergio Rubini, che incontra gli studenti della provincia romana per rispondere alle loro domande e alle loro curiosità presso la Sala Maestra di Palazzo Chigi, ad Ariccia, la stessa sala in cui nel 1963 è stata girata la scena della festa da ballo del film “Il gattopardo” di Luchino Visconti.

Sergio Rubini farà vedere agli studenti dei castelli romani il film “La stanza del Vescovo”, tratto dal romanzo del 1976 di Piero Chiara, con Ugo Tognazzi, Ornella Muti e Patrick Deweare e diretto da Dino Risi.

In occasione del ventesimo anniversario della scomparsa di Ugo Tognazzi, Rubini ha scelto questa pellicola in sintonia con il Festival Internazionale del Film di Roma che rende omaggio all’attore. Alla proiezione del film fa seguito un dibattito coordinato dalla giornalista Cristiana Paternò. Intervengono l’Assessore alle Politiche della Scuola, Paola Rita Stella e il Sindaco di Ariccia, Emilio Cianfanelli.

“Aspettando il Festival” è un’iniziativa Alice nella città (la selezione “ragazzi” del Festival Internazionale del Film di Roma), in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma, che produce il Festival, e la Provincia di Roma-Progetto ABC Arte Bellezza Cultura, un progetto fortemente voluto dal Presidente Nicola Zingaretti per la valorizzazione delle eccellenze artistiche e culturali del territorio di propria competenza amministrativa.

Giunta alla sua quarta edizione, “Aspettando il Festival” ha già coinvolto negli anni diversi insegnanti d’eccezione, come Jodie Foster, Giovanni Veronesi, Sergio Castellitto, Valeria Solarino, Claudia Gerini, Luisa Ranieri, Riccardo Scamarcio, Claudio Santamaria, Carolina Crescentini, Valerio Mastandrea, Nicolas Vaporidis, Luca Argentero, Valeria Golino, Isabella Ragonese, Cristiana Capotondi e Michele Rondino.

Sergio Rubini, regista e interprete
Grande appassionato di teatro, lavora con importanti registi quali Antonio Calenda, Gabriele Lavia, Enzo Siciliano ed Ennio Coltorti.

La sua esperienza nel cinema subisce una svolta nel 1989, anno in cui incontra l’autore e sceneggiatore Umberto Marino, con cui inizierà un lungo e fecondo sodalizio artistico.

Nel 1990 esordisce come regista con “La stazione” film tratto da un’opera teatrale proprio di Marino. Artista poliedrico, ad oggi Rubini è senz’altro uno degli attori e registi più interessanti del panorama italiano.

La stanza del Vescovo
Marco Maffei, trascorre il tempo navigando senza meta sul Lago Maggiore, viene avvicinato dallo stravagante Temistocle Mario Orimbelli che lo invita nella propria villa dove gli presenta la moglie Cleofe e la cognata Matilde. Marco, che ha diverse amichette, fa qualche gita con l’invadente Orimbelli e pur essendosi accorto di un crescente affetto di Matilde, parte con lei e Mario al quale la cede, convinto che siano amanti. Mentre risiedono in un albergo, vengono avvisati che Cleofe è stata trovata annegata. La ricomparsa del fratello di Cleofe e marito di Matilde, dato per disperso, ed i ripensamenti di Marco inducono il giudice a riaprire il caso e a provare l’assassinio compiuto da Temistocle. Questi si impicca e Maffei, passata la notte con Matilde, la  abbandona.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password