ARCHIVIO NEWS   

“Novelle fatte al piano” inaugura la I edizione de “La Tribù dei lettori”

Novelle fatte al piano” è il titolo dello spettacolo teatrale ideato e diretto da Giorgio Diritti, con le musiche di Daniele Furlati e l’adattamento teatrale di Federica Iacobelli, che verrà messo in scena il prossimo 2 giugno, alle ore 21, presso il Conservatorio di Santa Cecilia, via dei Greci 18 (ingresso libero).

Lo spettacolo, tratto da “Le novelle fatte a macchina” di Gianni Rodari e realizzato in collaborazione con la Fondazione Cinema per Roma, inaugura la prima edizione de “La tribù dei lettori“, è una festa della lettura aperta agli editori e ai giovani lettori, che si svolgerà a Roma dal 2 al 6 giugno, organizzata dall’associazione culturale PlayTown Roma e dalla Provincia di Roma.

“Ho voluto realizzare la regia di questo spettacolo – ha detto Giorgio Diritti, il regista pluripremiato al Festival Internazionale del Film di Roma – per lavorare sulla ricchezza di materiali e di linguaggi che apparteneva al mondo di Rodari e per creare una drammaturgia visionaria in omaggio alla sua poetica e alla magia del cinema. Ho voluto associare, montare, rimontare, giocare con immagini datate, dagli anni Dieci agli anni Sessanta del Novecento, per far nascere dal gioco un’emozione e per ritrovare lo stupore infantile che è in ognuno di noi”.

“La tribù dei lettori”, sempre il 2 giugno, in occasione della festa della Repubblica, dedicherà una giornata ai Diritti dell’infanzia. In collaborazione con UNICEF Italia e Piemme Editori, in alcune piazze di Roma (piazza di Spagna, Piazza Mignanelli, Piazza san lorenzo in lucina, Largo san rocco/ara pacis, LArgo dei Lombardi ), verranno letti pubblicamente i racconti tratti dal libro “Non calpestare i nostri diritti”, con la prefazione di Clio Napolitano. Il volume, è stato realizzato con il contributo dell’Unicef nel 2009 per i venti anni dalla firma della Convenzione dei diritti del fanciullo.

“La tribù dei lettori” è un progetto che non si accontenta di far leggere, ma vuole agire, sulla qualità e sulle modalità della lettura di bambini e ragazzi, rivendicando per loro, non solo il piacere e il divertimento che il leggere ha con se, ma anche l’autentica necessità di farlo.

“Investire sui giovani significa investire sul futuro del nostro Paese – spiega Nicola Zingaretti, presidente della Provincia di Roma – Credo quindi sia fondamentale promuovere e sostenere manifestazioni ed eventi che incoraggiano le nuove generazioni ad avvicinarsi all’affascinante universo della lettura. I libri sono il motore della fantasia e per molti bambini sono anche il primo approccio con il mondo che li circonda e di cui saranno presto i protagonisti”.

Nei cinque giorni della manifestazione ci saranno incontri aperti tra gli autori e gli editori più coraggiosi del panorama culturale italiano, come Babalibri, Adelphi, Corraini, Donzelli, Sinnos, Giunti, Il Castoro, L’Ippocampo, Rizzoli, Orecchio Acerbo, Salani e Mondadori, ma anche mostre ed eventi che coinvolgeranno tutta la città di Roma.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password