ARCHIVIO NEWS   

Festival Internazionale del Film di Roma: dalla prossima edizione, film italiani sottotitolati per i non udenti

Tutti i film italiani proiettati nel corso dell’edizione 2010 del Festival Internazionale del Film di Roma saranno sottotitolati in italiano per i non udenti mentre i non vedenti avranno la possibilità di utilizzare l’audio descrizione. Lo hanno affermato il presidente del festival Gian Luigi Rondi e il direttore generale Francesca Via durante un incontro con alcune associazioni di disabili che avevano protestato per la mancanza di accessibilità ai film della rassegna.

“Daremo tutto lo spazio alle vostre necessità nel modo più affettuoso e impetuoso, ha sottolineato Rondi, mentre Francesca Via ha precisato che in accordo con i soci fondatori del Festival, il Comune di Roma, la Regione Lazio, la Provincia, la Camera di Commercio capitolina e la Fondazione Musica per Roma, il festival accoglie il sollecito e si impegna per la prossima edizione a sottotitolare anche i film italiani ed individuare i film che hanno le caratteristiche per una descrizione orale per i non vedenti. Già due anni fa offrimmo la proiezione del film di Silvio SoldiniGiorni e nuvole” con i sottotitoli anche in italiano. Questo è un problema generale che coinvolge tutti i cinema 365 giorni all’anno e questa iniziativa potrà essere il veicolo per amplificare un messaggio che coinvolga tutte le sale cinematografiche”.

A questo proposito, la Regione Lazio ha in approvazione nel prossimo consiglio una legge che prevede lo stanziamento di fondi per l’adeguamento delle sale per i disabili sensoriali, mentre è stata già approvata una legge per i disabili motori.

All’incontro presso il Bookshop dell’Auditorium Parco della Musica sono intervenuti Laura Raffaeli, presidente dell’Associazione Onlus Blindsight Project; Giovanni Polidoro, già presidente della Federazione nazionale sordi; Stefano Pierpaoli, presidente dell’Associazione “Conseguenze” e Mario Staderini dell’Associazione Luca Coscioni. Quest’ultimo ha iniziato una raccolta di firme per una serie di richieste al sindaco di Roma, Gianni Alemanno. “Invitiamo il Comune ad affrontare il problema dell’accessibilità al termine del festival, ” ha detto Staderini, “sollecitando un finanziamento pubblico e agevolazioni fiscali per spingere gli esercenti ad adeguare le sale. Chiediamo che il magnifico film di Franco ZeffirelliOmaggio a Roma” sia accessibile a ciechi e sordi. Chiederemo inoltre all’Anica di prendere delle iniziative per la sottotitolatura dei film. Il deputato Maria Antonietta Farina Coscioni ha intanto chiesto al ministro dei Beni culturali che siano previsti i sottotitoli per ogni opera cinematografica che riceve il finanziamento pubblico”.

 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password