ARCHIVIO NEWS   

La moda sullo schermo ieri e oggi

“La festa si espande nella città, investe alcune parti di Roma, quelle parti storiche che hanno segnato l’immagine del cinema e che solo Roma possiede”. Così il Presidente della Festa di Roma Goffredo Bettini, alla presentazione delle iniziative di Cinema e Moda. In occasione della Festa, Via Veneto, Via Condotti, Via Borgognona, Piazzetta Bocca di Leone e Via Vittoria, ospiteranno una serie di eventi, che attraverso la moda, ripropongono i luoghi che hanno segnato la cinematografia italiana e internazionale. “Non una rivisitazione nostalgica ma eventi che guardano al futuro”.
Via Veneto, sede di Business Street, grazie a Elisabetta Cantone e Francesca Silvestri che hanno raccolto gli abiti delle più importanti sartorie cinematografiche e teatrali e li hanno riproposti all’interno degli alberghi, inaugura Dress and Dream. All’Excelsior sarà di moda il 1700 con l’abito di Fanny Ardant (Madame De Blayac) per Ridicule. Al Majestic l’abito di Audrey Hepburn per Guerra e Pace, della Maison Gattinoni, la quale dedica la sua rassegna ai film degli anni Sessanta e rende omaggio al cinema con la creazione di Guillermo Mariotto ispirata alla Festa internazionale di Roma. L’invito a rivivere il “salotto romano” viene invece da Luigi De Simone Niquesa delle associazioni Via Condotti, Via Borgognona e Piazzetta Bocca di Leone che mercoledì 18 assegneranno per la prima volta due premi: “In Roma” e “In Scena”. Il primo a Carlo Verdone, “simbolo della romanità”; il secondo a Piero Tosi, scenografo e costumista di molti film di Luchino Visconti.
“Finalmente un Red Carpet anche per la moda e se altrove la visibilità è data unicamente da un premio al costumista, alla Festa di Roma, la visibilità della moda è molto forte”, dice Stefano Dominella, Presidente di Alta Roma, organizzatore insieme al Premio Oscar per i costumi de L’età dell’innocenza Gabriella Pescucci e con la regia di Piero Maccarinelli di “il Cinema va di Moda”. Il 19 ottobre, nella Villa Romana dell’Auditorium Parco della Musica, attraverso gli abiti di scena, si potrà rivivere i momenti più importanti della storia del cinema italiano, con le musiche del Maestro Armando Trovajoli, presente all’evento e da brani suonati al pianoforte da Alberto Caruso. Gli abiti saranno interpretati anche da attori del cinema come Massimo Ghini, Serena Autieri, Ela Weber ed altri ospiti. Da Vacanze romane fino a Otto e 12, sarà un omaggio alla creatività e all’artigianalità dell’Alta moda italiana.
 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password