ARCHIVIO NEWS   

Casa del Cinema: i film di Mastroianni

Mi ricordo, si, io mi ricordo… Marcello. Con il film-documento della memoria si aprirà nella Casa del Cinema di Roma l’omaggio a Mastroianni a dieci anni dalla scomparsa, avvenuta il 19 dicembre 1996. La retrospettiva, inclusa nel programma della Festa del Cinema, si aprirà il 12 ottobre, con un giorno di anticipo rispetto alle date della Festa. La biografia filmata di Anna Maria Tatò, girata nelle pause e nel tempo libero del film Viaggio all´inizio del mondo che Mastroianni stava girando con Manoel De Oliveira, l’ultimo da lui interpretato, sarà introdotto alla presenza di attori e registi che con Marcello hanno lavorato. Si avrà così la possibilità di vedere, o rivedere, ben 48 film dell’attore, selezionati con la collaborazione della Cineteca Nazionale-Centro Sperimentale di Cinematografia e di Cinecittà Holding. Tra i 48 film, si va da Giorni d’amore di Beppe De Santis del 1954 a Otto e mezzo e i tanti altri di Fellini ai film di De Sica Ieri, oggi, domani, Matrimonio all’italiana, Amanti, I girasoli a quelli di Marco Ferreri, Elio Petri, Michelangelo Antonioni, Pietro Germi, Luchino Visconti, Dino Risi, Roman Polanski, Theo Angelopoulos, Nikita Michalchov. Ogni sera, il film in programmazione verrà presentato da un regista o un attore che con Mastroianni ha lavorato. Si va da Mario Monicelli, che lo ha diretto in vari film, come Casanova ’70 e I soliti ignoti, ad Ettore Scola, con cui ha lavorato in C’eravamo tanto amati e Una giornata particolare, da Roberto Faenza, autore di uno degli ultimi lavori di Marcello, Sostiene Pereira, a Liliana Cavani, autrice de La pelle, fino ai fratelli Taviani, registi di Allonsanfan, e Stefania Sandrelli che, oltre a C’eravamo tanto amati, ha lavorato con Marcello in Divorzio all’italiana di Pietro Germi.
 
Ad arricchire il programma, un’ampia rassegna di materiali audiovisivi raccolti da RAI Teche, tra cui le apparizioni in programmi televisivi di Marcello da giovane, ma anche interviste rilasciate in occasione delle presentazioni dei suoi film in Festival Internazionali come Cannes e Berlino e conferenze stampa di lancio delle sue pellicole. Altre immagini, poi, mostreranno Mastroianni vicino ai suoi mentori o colleghi di lavoro come Petri, Scola, Fellini, Monicelli, ma anche Ferreri in un back stage in cui si vede il bellissimo rapporto che legava l’attore e il regista, che gli è stato vicino fino agli ultimi giorni di vita a Parigi.
 
Verrà inoltre pubblicata un’edizione aggiornata, con materiale inedito, del libro di Matilde Hochkofler “Marcello Mastroianni. Il gioco del cinema” edito da Gremese, cui si affianca la pubblicazione di un catalogo edito da Electa e una mostra fotografica realizzata dal Centro Multimediale del Cinema di Pisa e curata da Piermarco De Santis, docente di Storia e Museologia del Cinema, in cui verranno proposte locandine originali, manifesti e fotografie di scena, che va ad affiancarsi a quella già allestita alla Stazione Termini di Roma con gli scatti di Tazio Secchiaroli. È previsto, infine, per il 21 ottobre, a conclusione dell’omaggio, un incontro sull’arte attoriale di Mastroianni con la partecipazione di produttori, registi, sceneggiatori e attori coinvolti nei suoi film, ma anche di amici che gli sono stati vicino. E sono tanti perché, come ricorda ancora Felice Laudadio “Marcello era un grande attore che per tutta la sua vita è stato gentile e semplice”.
 

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password