Primo piano | CityFest   

La Festa di Roma, un giorno lungo un anno

Festa Roma 2019

24 ore di eventi e più di 100 performance in un’area dedicata di 70.000 mq, con un cast internazionale di circa 1000 artisti provenienti da 46 paesi dei 5 continenti del mondo per festeggiare l’arrivo del nuovo anno varcando confini geografici, culturali, sociali, in una Roma Città Universale.

Una festa cosmica, nel vero senso della parola, che porta Roma non solo al centro del mondo, ma direttamente sulla Luna, alla scoperta di un nuovo modo di vivere la propria città e di stare con gli altri.

Per un giorno intero dalle 21 del 31 dicembre 2018 alle 21 del 1 gennaio 2019 il cuore della Città Eterna, un’area pedonalizzata tra Piazza dell’Emporio, Giardino degli Aranci, Circo Massimo, via Petroselli, Lungotevere Aventino, Lungotevere dei Pierleoni e Isola Tiberina, si trasformerà in un paesaggio da sogno con un programma di spettacoli, performance, istallazioni, musica, proiezioni e molto altro ispirati da un tema comune: la Luna. In occasione del cinquantenario del primo sbarco, tutte le performance artistiche di questa terza edizione de La Festa di Roma sono infatti ispirate al nostro satellite naturale, dove gli spettatori potranno “scendere”, abitando e condividendo il mondo magico creato dalla Festa.

IL PROGRAMMA COMPLETO

 

LunaLE INIZIATIVE DELLA FONDAZIONE CINEMA PER ROMA
Due autori di cinema di ricerca e videoarte, Virginia Eleuteri Serpieri e Gianluca Abbate, realizzeranno per la Festa di Roma del Capodanno 2019 un filmato, ispirato all’immaginario della Luna, nell’anno del cinquantenario del primo sbarco sul nostro satellite. I materiali utilizzati, grazie alla collaborazione con Istituto Luce – Cinecittà e Raiteche, permetteranno di rielaborare immagini dello storico Archivio Luce e suggestioni dalla celebre “passeggiata lunare” trasmessa in diretta dalla Rai in occasione del primo allunaggio, utilizzando tecniche di animazione digitale e CGI (Computer Generated Image). Il video sarà proiettato presso via Petroselli su una suggestiva installazione a cupola per portare la magia del cinema a 360 gradi nei luoghi della Festa di Roma a Capodanno. Il progetto, a cura di Giorgio Gosetti e Mario Sesti, è realizzato da Fondazione Cinema per Roma in collaborazione con Casa del Cinema e si inserisce in una serie più vasta di iniziative audiovisive per la Festa di Roma che vedono impegnate insieme la Fondazione e Casa del Cinema. 

“La Fondazione Cinema per Roma, che ha appena prodotto una Festa particolarmente amata in città, non può mancare l’occasione di siglare un Capodanno inedito tra memoria e futuro, spettacolo e tecnologia – ha detto Laura Delli Colli, alla guida della Fondazione Cinema per Roma – Ma oltre la suggestione del Cinema, esserci significa consolidare quel ‘patto’ col pubblico che di anno in anno disegna, in modo sempre più chiaro, l’identità di un progetto culturale ormai nel Dna dello spettatore che segue, con una partecipazione crescente, le iniziative della Fondazione non solo nella stagione della Festa del Cinema. Far parte della ‘filiera’ significa voler condividere il passaggio al nuovo anno nel segno della convivialità e dell’incontro, ma soprattutto dell’innovazione, condividendo un futuro che, nella suggestione immaginata dal talento di due originalissimi visionari, già promette l’emozione di uno sguardo diverso. Grazie, dunque, agli autori e ai curatori del progetto per averlo pensato”. 

Virginia Eleuteri Serpieri
Videomaker indipendente, i suoi lavori sono stati presentati alla Festa del Cinema di Roma, ad Arte Fiera di Bologna, al Museo Mambo. Ha collaborato, con elaborazioni video, a film selezionati alla Mostra del Cinema di Venezia, al Torino Film Festival, al MAXXI. Nel 2013, si è aggiudicata il Video Art Tonino D’Erme Prize mentre, nel 2014, ha firmato la regia del suo primo documentario, My Sister Is a Painter, in programma alla nona edizione della Festa del Cinema di Roma e vincitore della 33esima edizione del Bellaria Film Festival. Insieme a Gianluca Abbate ha curato immagini e suoni del corto Con te o senza di te di Angela Prudenzi che ha vinto il concorso “Cuori al buio” organizzato quest’anno nell’ambito della Festa del Cinema di Roma.

Gianluca Abbate
Artista multidisciplinare, ha lavorato con molte tra le più importanti agenzie pubblicitarie a livello internazionale. Con il cortometraggio Panorama ha vinto un Nastro d’argento, il Premio per il migliore corto al Torino Film Festival e si è aggiudicato altri riconoscimenti al festival di Clermont-Ferrand e al Genoa Film Festival. Le sue opere sono state mostrate al MAXXI, al MMOMA di Mosca, al Museo d’Arte Moderna di Istanbul e trasmesse su Arte France. Insieme a Virginia Eleuteri Serpieri ha curato immagini e suoni del corto Con te o senza di te di Angela Prudenzi che ha vinto il concorso “Cuori al buio” organizzato quest’anno nell’ambito della Festa del Cinema di Roma. Ha realizzato grafica e animazione in CGI de “La Tv delle ragazze – Gli Stati Generali”.

Login

Welcome! Login in to your account

Remember me Lost your password?

Lost Password

WordPress Lightbox